parallax background

QdA all’Eicma 2018, report dal Salone

MotoGP 2018, Marc Marquez campione del mondo
ottobre 27, 2018
 

E ccomi di ritorno dall’Eicma: tante moto + tante ragazze = tante idee confuse per scrivere due righe sensate 😉

Vabbè dai proviamoci.

Prima di parlare di moto e modelli, due considerazioni.
La prima riguarda il piacevole ritorno di tanti giovani e giovanissimi interessati alle piccole e medie cilindrate guidabili con patente A2, della quale c’è stato un notevole incremento.
La seconda riguarda il marketing. Invece di penne, adesivi, buste e inutilità varie, la MV Agusta ha messo a disposizione un carretto di mele.
E tutti mangiavano la mela al motto di “bite me” 🍏.

Da buon Hondista parto proprio delle novità presentate dal colosso giapponese per la stagione 2019.
Come sapete la moto più attesa era la naked di media cilindrata in stile Neo Sport Cafè, quella che poteva essere la nuova Hornet si chiama invece CB650R, ed è una bella evoluzione della precedente CB650F.
Honda non cede agli aumenti di cilindrata dei competitors e insiste sviluppando il suo 4 in linea che ora guadagna più coppia e più cv arrivando a 95, riduce invece il peso di 6 kg fermando la bilancia a 202 Kg in ordine di marcia.
Tantissime le migliorie nei diversi comparti, dai cerchi più leggeri alla nuova forcella BPF, l’arrivo del Traction Control per finire con la nuova strumentazione LCD.
La moto è carina ma a mio avviso non ha la personalità e l’appeal della sorellona CB1000R.
A proposito di CB1000R, era esposta una versione speciale in colorazione HRC, semplicemente stupenda.

Sulla stessa piattaforma della naked, è stata presentata la versione sportiva CBR650R. Le caratteristiche tecniche di base sono sostanzialmente le stesse, la faccia da midi-fireblade è davvero ben riuscita.

Lo stesso stile è stato adottato anche per il refresh della CBR500R il bicilindrico sportivo che eroga una potenza di 35 Kw dunque ideale per patente A2.
Ringiovanita anche la CB500F così come l’altra media con pari motore la CB500X, una motina molto apprezzata sul mercato italiano. Bellissime le nuove fiancate dal look alluminio che donano alla piccola crossover un look ancora più adventure.
Non solo immagine ma anche contenuto con la nuova ruota anteriore da 19”, nuovo display LCD e varie altre migliorie.

Per finire, si erano già viste a Colonia, le nuove e belle colorazioni dell’Africa Twin.

rc213v-62gradi

Ci si attendeva un step evolutivo anche della Fireblade, che in realtà c’è stato più nella sostanza che alla vista , infatti riguarda quasi esclusivamente la componente elettronica, ora più efficiente per l’uso in pista.

La vera chicca dello stand era la RC213V di Marquez posizionata a 62° ovvero il massimo angolo di piega raggiunto dal campione del mondo in gara, e messa a disposizione per le foto di rito. Bene per salirci bisognava mettersi in ginocchio ❗

 
E le altre case ?

Tante novità che si possono suddividere in moto da sogno per agiati motociclisti come la Panigale V4R e la nuova bellissima BMW S1000RR e moto per utenti più “normali”.

Tra queste mi sono piaciute tantissimo la Suzuki Katana e la Moto Guzzi V85TT.
La Katana è una riproposizione davvero riuscita, i giapponesi hanno fatto bene a prendere il design del prototipo realizzato da Motociclismo e a portarlo in produzione nel giro di un solo anno.
Nel segmento delle adventure invece la V85TT è un bel tocco di originalità, bello il telaio a traliccio anche nel supporto faro e nella piastra posteriore.

Tra le più brutte la Kawasaki Z1000SX in colorazione azzurro polizia con adesivi grigio e la Tracer grigio topo con inserti rosso fuoco ❗.
E per finire la nuova BMW R1250RS in colorazione cioccolato con inserti cromati che sembra un Ferrero Rocher, e non ultima la BMW K1600 verde irlandese con inserti cromati che ricorda tanto una Prinz !

Comments are closed.