parallax background

Honda Days di Vallelunga. Impressioni e ricordi del ritorno di Honda

Accessori per Honda X-ADV: terminali di scarico
aprile 3, 2018
Attuazione del GDPR: il Nuovo Regolamento Privacy 2018
maggio 23, 2018
 

Dopo una lunga attesa, la casa dell’Ala si ripresenta nel  circuito di Vallelunga con un nuovo evento, leggermente rivisitato rispetto ai precedenti Honda Festival, denominato Honda Days

C osa è cambiato? Mentre negli HF l’evento era centrato esclusivamente sul mondo delle due ruote, negli Honda Days abbiamo visto la casa dell’ala cambiare un po' il suo orientamento, dando  ampio spazio a tutti i suoi prodotti:  erano presenti anche auto, la parte nautica (Honda Marine) e le macchine da giardino. La prima sensazione che ho ricevuto  è che è venuto meno quello spirito prettamente motociclistico che si respirava prima

Mi ha un po' disorientato, appena entrato in circuito, vedere la parte centrale e più visibile del paddock occupata dalla Honda Marine e dalle macchine da giardino
Forse  sarebbe stato più opportuno dare la “centralità”  alle moto che sono la storia della HONDA, ma questa è un mio pensiero e sensazione da motociclista, probabilmente avranno avuto le loro buone ragioni per quel tipo di logistica.
Piacevole novità, che non poteva assolutamente mancare, visto il successo che in questi ultimi anni hanno riscosso le adventure, sono stati i test ride in off road sul tracciato dell’ACI, dove era possibile provare l’XADV e l’AT.


Piacere e divertimento nel provare tutta la gamma delle moto su strada. Di tutte le prove stradali effettuate una mi ha colpito e folgorato particolarmente: quella della nuova Regina 2018 ossia la Crf 1000 L Adventure sport. Mi sono trovato subito a mio agio appena salito in sella, posizione alta e dominante sulla moto, in movimento ho trovato un ottimo feeling e buone sensazioni dall'avantreno, molto leggera  nei cambi di direzione e rapida nell'inserimento in curva con un motore sempre pronto, mi sembrava di aver in mano il gas rapido; probabilmente sarà il nuovo sistema “Throttle by Wire”, per tutti i particolari nel dettaglio vi invito a leggere AT Adventure Sports. Complimenti a mamma Honda che ha tirato fuori dal cilindro un gran bel mezzo, cosa non facile dopo il successo dell’AT 2017.

Avevo anche rispolverato la mia tutina racing per provare il nuovo fireblade su pista  ma purtroppo non c’è stato nulla da fare, beh meglio così almeno qualsiasi velleità di ritornare alle origini è stata stroncata sul nascere ;-).

P ersonalmente  è stato un bel rientro  a questa manifestazione, ho avuto modo di vivere ancor  più intensamente questo evento grazie anche alla collaborazione data per la pianificazione e realizzazione dell’Hospitality QdA , avendo piacere di rivedere tante vecchie e nuove conoscenze sotto il nostro gazebo,  e udite udite siamo stati onorati anche della visita  del Presidente di Honda Europe ltd Italia  Yasushi Okamoto. Si conclude così questo weekend  con un bilancio positivo e la speranza di vedere altri eventi del genere in futuro,  e qui mi si conceda di porre all'attenzione degli organizzatori alcune mie riflessioni che credo non siano solo le mie ma di tanti appassionati.

Ebbene  mi farebbe piacere  per i prossimi Honda Days ritrovare la strada di quel clima festoso  e aggregativo che si creava in occasione degli Honda Festival di Misano, ricreare in paddock un po' di movimento e vivacità, riportare  una Hospitality Honda, coinvolgere tutti i club con la loro presenza, invitare e concedere spazio agli espositori, riportare animazione con musica, ricreare lo spazio dedicato ai neofiti con possibilità di imparare la guida su due ruote (ricordate la Honda Riding School ?) , insomma sono tutta una serie di iniziative che sicuramente darebbero un ritorno notevole a livello di immagine e fidelizzazione dell'appassionato cliente.
Un lampeggio a tutti
Geppo by Quellidellala.it

Comments are closed.