Guidare sotto la pioggia – 8 consigli essenziali

QdA al Motor Bike Expo 2018
gennaio 30, 2018
Africa Twin 2018 – il passo in avanti
febbraio 10, 2018

Per il motociclista medio, guidare 12 mesi all'anno non è una abitudine; molti bloccano la assicurazione nei mesi freddi per scelta, per motivi economici o perché pensano che guidare di inverno sia una cosa da folli.
Fortunatamente per molti non è così.
Per chi ferma la assicurazione e ripara la propria moto nel box solo perché pensa sia folle utilizzarla al freddo o in giornate dove la probabilità di incontrare la pioggia sia alta, ecco qualche consiglio che renderà tutto più semplice e vi farà godere della vostra propria moto anche nelle stagioni grigie.
E potrete vantarvi di essere in quella nicchia di motociclisti all season.


 

1. Punto primo: l'abbigliamento

Il comfort è un fattore importante per la guida sicura.
Se l'abbigliamento che abbiamo scelto ci distrae perché in una determinata posizione qualcosa ci da fastidio, la distrazione sotto la pioggia può essere molto pericolosa.
Sotto la pioggia si dovrà stare attenti ad altro ancora che il confort: l'impermeabilità, soprattutto per i piedi e le mani.
Per un itinerario lungo non è male portare con se più paia di guanti, differenti tra loro per il confort e l'impermeabilità: in un tragitto lungo , di trasferimento, possono andar bene guanti molto coprenti e quindi ingombranti che però diminuiscono la sensibilità, non richiesta, delle dita; diversamente è bene portare con se guanti impermeabili ma che ti facciano sentire bene manopole e leve, per percorsi che richiedono maggior impegno nella guida
. Gli stivali impermeabili sono indispensabili,anche qui la scelta dovrà essere tra stivali per i tour e o per i giri fuori porta: i copri stivali lasciamoli a chi ha tentato di risparmiare e si ritrova con degli aggeggi ai piedi che non li aiutano certo nella guida o piede a terra.
Essere visibili, con materiali hi-viz e riflettenti, insieme a colori più brillanti, sono la chiave per la massima visibilità.
L'ultimo pezzo da ricordare è nel casco : assicurati di avere una visiera antiappannamento chiaro. Le visiere Pinlock sono il massimo per l'anti-appannamento, molto meglio dei rivestimenti che a volte possono graffiare.

2. Distanza di sicurezza e dita pronte

Sotto la pioggia la distanza di sicurezza deve aumentare perché la superficie di attrito diventa più scivolosa.
Aumenta la tua distanza dal veicolo che ti procede: avrai modo di sostituire una frenata improvvisa e pericolosa con una sterzata e un rallentamento dolce Impugna bene la manopola destra col pollice e l'indice e tieni il medio sensibile sulla leva freno.
Il freno posteriore usalo solo per chiudere al meglio la curva .
Affidati al tuo ABS per le situazioni estreme ma fa in modo che non ci siano.

3. Guarda i punti extra scivolosi

La pioggia rende l'asfalto scivoloso e alcune aree sono molto più pericolose di altre: linee dipinte, serpenti di catrame, tombini, ponti di metallo ed espansioni di ponti metallici.
Non ti fidare dell'arcobaleno: molti mezzi lasciano le proprie scie di olio, pericolosissime.

4. Attraversamenti ferroviari

Questi sono estremamente scivolosi durante la pioggia, e i binari della ferrovia meritano la loro attenzione.
Quando ti avvicini ai binari della ferrovia bagnati mentre corri in moto sotto la pioggia, portali il più vicino possibile alla perpendicolare possibile, poiché è meno probabile che le ruote scivolino sull'acciaio.
Tagliali !

5. Usa il tuo corpo

La posizione del corpo è un argomento topic per qualsiasi elenco di consigli sulla guida della moto: dalla velocità all'enduro.
E' un argomento importante anche per l'utilizzo sotto la pioggia ma anche in crociera.
Bisogna usare il corpo affinchè la propria moto sia più aderente possibile all'asfalto, facendola rimanere più perpendicolare possibile
Una buona regola per guidare sotto la pioggia è quella di "infilare la testa negli specchietti".
La testa umana media pesa circa dieci chili senza casco. Questo peso extra può aiutarti a superare le difficoltà, consentendo alla moto di rimanere più verticale.
Esercitati prima sull'asciutto - cambia la tua prospettiva visiva, quindi allenati a guidare comodamente con la testa tra gli specchietti.
Tieni presente che potresti non volerlo provare se stai guidando in una situazione di difficoltà.
E per quelli che si ritrovano in fuoristrada sulle grandi moto ADV, quando le cose si fanno estremamente preoccupanti, mettetevi sulle pedane e ottenete quella massa centrale più bassa possibile. Avrete più controllo e trazione.

6. Controllo delicato

Non afferrare bruscamente la leva del freno e utilizza il freno posteriore in combinazione con la parte anteriore.
L'uso del freno posteriore aiuta anche a stabilizzare il telaio, il che è d'obbligo per la guida sicura sotto la pioggia.
Inoltre, segui le tecniche dei velocisti: aziona i freni anteriori per impostare la sospensione prima di frenare bruscamente. Ciò manterrà il telaio stabile in frenata, consentendo di fermarsi molto più rapidamente.

7. Cercare linee asciutte

Se ha smesso di piovere e vedi sull'asfalto di fronte a te una linea asciutta dalle macchine che ti hanno preceduto, utilizzala

8. Pneumatici : battistrada e pressione

Assicurati che i tuoi pneumatici non siano usurati e abbiano la pressione corretta.
Controlla scrupolosamente la pressione dei tuoi pneumatici prima di ogni giro, pioggia o meno.
Non sarà raro scoprire che quella ruota che non ha mai perso un centesimo di bar , improvvisamente te la ritrovi a terra Inoltre, ricorda che le gomme impiegano più tempo per scaldarsi sotto la pioggia e non sterzare per scaldarle.
Questa tecnica non fa nulla per riscaldare le gomme, anche su superfici asciutte.
Fermarsi e ripartire è la tecnica per scaldare le gomme più rapidamente sotto la pioggia.

Comments are closed.